accedi   |   crea nuovo account

Gli occhi del cuore e l'eclisse d'Amore

Uscì dalla Stanza
senza vederlo lo sentì

dove nulla si vedeva

senza vederla

la sentì

fine

****

Fine seguito

si abbracciarono
senza braccia

si baciarono
senza labbra

e
le rare volte che s'incontrarono in divino amore
fecero un velo di buio
per nascondersi dagli occhi dei troppi curiosi che fissavano il cielo

quando i loro corpi astrali si separarono lasciandoci tra le mani un cappotto in astrakan per ripararci dal freddo

tornò la luce

e
tutti noi fummo presi

- come chef issati in chiara di panna montata -

da un folle strano inconsueto desiderio

luna
permettendo

di copulare

con l'essere sole

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/11/2014 21:08
    Versi intensi e sentimenti autentici... Geniale Vi!!!
  • Rocco Michele LETTINI il 08/11/2014 09:10
    Eccelso il tuo fantastico esprimerti in versi... Un trovar continuo d'emzioni...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0