PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dialogo etereo

Dialogo con il nulla, vaniloquio,
teso a suscitar folle confusione;
credendo d'aver facile opinione
del pensiero altrui, ma è soliloquio.

Dolci parole in tenero colloquio,
miscellanea in forbita enunciazione
come dardi lanciati con passione,
espressi con dolcezza in bell'eloquio.

E gli occhi puri vedono le rose
senza tenere conto delle spine;
nel cuore forte son solo odorose.

Son sempre assai gradite e deliziose
capaci di disciogliere le brine
che il gelo getta su ansie dolorose.

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 09/11/2014 09:16
    Dalla rosa un profumo eterno... Versi di purezza...
  • Luca il 09/11/2014 08:01
    "E gli occhi puri vedono solo le rose senza tener conto delle spine". L'apparenza inganna, nulla è come sembra, ma l'amore può permettersi di ingannarci. Ottima poesia
  • Vincenzo Capitanucci il 09/11/2014 06:08
    Bellissimo Verbena.. gli occhi puri vedono solo il profumo delle rose.. anche se le spine gli trafiggono il cuore.. sublime..

2 commenti:

  • niche chessa il 09/11/2014 19:28
    il cuore della tua poesia è questo, ed è molto bello
  • Verbena il 09/11/2014 07:25

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0