PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Spensieratezza

"Ti ricordi, Spensieratezza cara,
rammenti il nostro andar d'accordo?

Perché m'hai poi lasciato
t'ho forse trascurata?"

"È come per l'Amore...
oh, non lo sai, poeta?

Vuole continue cure
fugge la negligenza."

"Dunque fra noi è finita...
Però mi manchi, sai!

I tempi mi preoccupano
volge al tramonto il dì"

"Verrò chissà a notte
a rallegrarti in sogno.

Là resta sempre il giovane
che ai piedi sente il Mondo"

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/11/2014 09:52
    La fanciullea spensieratezza... e poi un susseguirsi in negativo... Questi i nostri anni... queste le nostre amarezze... Versi straordinari Michele

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 13/11/2014 03:14
    molto bella e significativa, bravo
  • Emiliano Francesconi il 12/11/2014 13:24
    Bellissima, anche il modo di scriverla e l'uso del dialogo!! Complimenti Michele!!!!! Viva la spensieratezza che man mano nel viaggio si attenua sempre più!!!
  • karen tognini il 12/11/2014 09:17
    La spensieratezza passa per tutti crescendo... ma se riuscissimo a mantenere un'anima bambino forse riusciremmo ancora a ridere...

    Piaciuta!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0