accedi   |   crea nuovo account

A' o' primm' pian'

Arint' a' chillu grattaciel ce' sta' na' signor
ca' s' chiamm Ninne'
a gent ric ch e' vot par ca' l' ammanc coccos,
le manc l'ammor ra' gioventu',
invec ij c'all aggia' cunuscut me par o fior fior ra' bellezz,
chella bellezz r'anim ca' t' suspir aint' o' cor
cu chella voc, roc, ca' sul ess a sap fa,
po' chill' uocchj ch ten
parn o culor ro ciel
chillu ciel immens e chiar
ca' pur o' chiu' n'zallanut s' schiar e pnsier,
chest si' tu p' mme' Ninne'
si' tutt' chesti' cos'
ca' pur' a chiu' bella ros'
s' mett' a part p' te fa spazj a te,
p'cche' tu si' a padron e' tutt' stu splindor' ch e' me trasut' aint' o' cor.

Dedicato a Elena

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Rossana Russo il 10/01/2012 11:58
    Sorry, è la prima che ho letto XD
  • Rossana Russo il 10/01/2012 11:53
    Mi hai letta nel pensiero *_* speravo di leggere qualche altra tua poesia dialettale meravigliosa.. complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0