PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Preghiera di carne tremula

Un candido silenzio
fluttuante
di oniriche trasparenze
scese
nel languido lago incantato degli alfabeti

trasformatosi
da suono di vibrante sillaba
a tenera parola d'Amore

si rivesti
di un corpo

dalle tremule labbra

ed
in ginocchio

incatenato
confuso
infranto

ma
con un filo di brillio in voce

si accostò
implorante
davanti alla porta dei gemiti azzurri

e
all'altare socchiuso

dei respiri viventi

 

4
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 14/11/2014 21:45
    Di grande delicatezza, questi tuoi versi, che toccano l'animo.
  • Anonimo il 14/11/2014 21:32
    Lirica d'amore, di un amore intenso, profondo, poesia dalle mille sfaccettature che con le sue emozioni trafigge l'animo del lettore... Versi inebrianti all'ennesima potenza... Sublime Vi!!!
  • Don Pompeo Mongiello il 14/11/2014 17:16
    Veramente molto apprezzata e piaciuta questa tua eccelsa.
  • Rocco Michele LETTINI il 14/11/2014 07:46
    Da suono sillabico a... tenera parola d'amore...
    E la poesia de la vita s'incammina verso la retta e dolce favola dell'affiato più sincero...
    VERSI STRABILIANTI VINCÈ - SERENA GIORNATA

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0