PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Marsala

Già 'l decimo anno corso avea, ch'in mezzogiorno
alzato lo capo lo barone avea a discapito de l'opera man;
e in Marsala, per la gola la povera gente
ne li campi tutti, senza pietade a mezzadria l'avea posti.
Et ivi a sol acqua e poco pane, indusse loro
a lo giogo de la baronia strafottente;
ma Marsala si destò e la tirannia scacciò
e suo quel buon vino diè a redendita armonia.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 15/11/2014 12:38
    Bellissima storia d'Italia.. bravissimo Don.. ma la pora gente solo per un attimo fu liberata..
  • Rocco Michele LETTINI il 14/11/2014 19:18
    Storica poetizzazione di una cittadina egregiamente decantata... Eccelsa Don...

1 commenti:

  • Emiliano Francesconi il 15/11/2014 08:44
    Storia di vita vera sempre magicamente descritta!!! ciao Don

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0