accedi   |   crea nuovo account

L'Avaro

Nel tempo che fugge inesorabile
i giorni passano indifferenti
e si diventa avari.

Avari di carezze,
avari di un corpo,
avari di abbracci,
avari di sguardi,
avari nel sussurrare parole
calde e leggere,
avari di coccole,
avari di baci,
avari di fatti
ma non di parole

Si vorrebbero cambiare le cose
ma un silenzio tombale 
finisce per avvolgerci
come le oscure tenebre
che calano nella lunga notte
del solstizio d'inverno.

Così, la parola in bilico
legata al filo dell'incertezza e del sospeso
sazia l'astinenza.

 

4
8 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 19/11/2014 12:29
    Bellissima Fernando.. avari sempre più avari.. è il male di questa società..
  • cristiano comelli il 18/11/2014 17:43
    Poesia di buona levatura, faccio mia in particolare la chiusa dove si parla di una parola che sazia l'astinenza. Certo, quando ci asteniamo magari per paura dal prendere una posizione su quanto ci circonda la parola torna per dirci che questa paura deve diventare energia per sfidarlo, che dunque paura in definitiva non dobbiamo avere. Un saluto e complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 18/11/2014 15:08
    Avaro e'... lo monno che ci ospita. RIflesioni in versi saggiamente trasmesse...
  • frivolous b. il 18/11/2014 13:16
    una poesia che ti tiene col fiato sospeso e te lo toglie... complimenti!
  • Luca il 18/11/2014 09:27
    Più passa il tempo e più scompaiono le speranze, ma bisogna sempre fare riapparire :x
  • roberto caterina il 18/11/2014 06:56
    incertezza, astinenza... quante maniere per descrivere l'avarizia..

8 commenti:

  • loretta margherita citarei il 19/11/2014 04:33
    le delusioni induriscono l'animo, apprezzatissima
  • Fernando Piazza il 18/11/2014 18:10
    Grazie, Ellebi per il tuo commento e per l'apprezzamento.
  • Fernando Piazza il 18/11/2014 18:06
    Ciao, Francesco dai... alla fine però respiri... molto grazie per le tue parole.
  • Fernando Piazza il 18/11/2014 18:01
    Rocco, grazie per il tuo senso universale delle cose...
  • Fernando Piazza il 18/11/2014 17:56
    Grazie Cristiano sono felice che tu faccia tue alcune delle mie parole, ed io alcune delle tue. Buone le tue considerazioni, ciao.
  • Ellebi il 18/11/2014 13:01
    Composizione molto bella, ed elegantissimi gli ultimi versi. Un saluto
  • Fernando Piazza il 18/11/2014 11:14
    Grazie Luca per il commento e il suggerimento di come gestire l'avvenire. ..
  • Fernando Piazza il 18/11/2014 08:05
    Grazie Roberto dietro le descrizioni ci sono mondi da vedere. ...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0