PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Guapperia - atto 8°

O vescovo iza l'ampolla de lo sangue ancora coagulato
de Gennaro, lo Santo da lo popolo tutto tanto amato,
Funzinu, u chierichettu, lo guarda estasiato
e no calcio a la lupara dà, perdendo il fiato.
Lo miracolo avviene e lo sangue diviene iato,
da essere senza alcun indugio osannato,
Qui ogni vendetta è vana, a San Gennar devoto,
dimentica il fratello e prende il voto.

 

l'autore Don Pompeo Mongiello ha riportato queste note sull'opera

Non so se ci avete fatto caso, i primi sei versi sono a rima baciata, e anche gli ultimi due.


1
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 23/11/2014 06:58
    il vero miracolo.. capire che ogni vendetta è vana...
  • Ettore Vita il 22/11/2014 23:49
    Molto apprezzata, cronaca di una città e di un popolo.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/11/2014 07:29
    Puntate eccelse di chi scorre le vicende quotidiane con interesse...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0