accedi   |   crea nuovo account

Chronica e sviluppo 1

Chronica

Il sonnecchio dopo la tempesta
Brunch domenicale
e i viaggi infine si fanno

Sviluppo

Percepire
Ah la nostra comune radice
Nella filosofia
È il misurare le cose che appaiono
Troppo evidenti
Come desideri
E cammini da intraprendere
non per saggezza
o per vanità
ma perché i ricordi sono troppo vivi
e abbiamo bisogno di
più luce


da trovare nelle parole che muoiono.

 

0
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/11/2014 12:47
    Nelle parole che muoiono trovare la luce, bella questa tua composizione Roby si sente uno spirito di ricerca. Io pure mi affanno tra vari stili, se hai visto ne ho pure scritta una sdolcinata della serie: cuore amore e sudore- La strada della poesia è impervia e ci si incontra per via e ci si lascia per strada, un giro di parole per non morire. Ciao amico buona settimana
  • Rocco Michele LETTINI il 24/11/2014 09:44
    Quanta filosofia nei tuoi versi... Misurare le cose che appaiono per ritrovarsi poi in luminosi pensieri che quotidianamente vediamo morire...

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 24/11/2014 18:03
    interessante testo, bravo
  • roberto caterina il 24/11/2014 12:57
    Grazie Rocco, grazie "anonima" Silvia. Preciso che si tratta di una poesia che si sviluppa su due livelli, la chronica - resti diurni, sensazioni - e lo sviluppo dalla sensazione all'espressione.
  • Anonimo il 24/11/2014 12:48
    sono Silvia leuzzi ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0