PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Settimo Cielo e le Parche

Non ho ancora capito
se il settimo cielo è in un superno alto o in un basso underground

situato
nel basso ventre dalla terra che ci ha partorito

allora
in una scala di emozioni
salgo e scendo
in continuazione

per controllare tra le stelle se la nota di sol fa azione in un sì in un qui o in un là

se
la chiave a macina del mulino ruota in pala di vento

taglio ricucio riannodo
e sfilo la lana dal sacco di farina che vi è in sala

e rimpasto

salgo con una bacinella colma d'ombre
e
riscendo con due secchi di luce in mano

Lo so
Amore

sto inzuppando il tappetino nuovo che hai messo sul vecchio parquet

 

4
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 11/06/2016 12:03
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua bellissima assai!
  • Rocco Michele LETTINI il 25/11/2014 07:38
    Inzuppare di luce il nuovo vivere... dimentincando il passato...
    Mirabile metafora nella chiusa... che lascia riflettere...

1 commenti:

  • Emiliano Francesconi il 25/11/2014 08:16
    "in una scala di emozioni salgo e scendo in continuazione" molto bela Vincent!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0