accedi   |   crea nuovo account

Oggi vi dono un fiore

Sangue rappreso
da mille percosse,
viso bagnato
da sputi e da lacrime,
ossa incrinate
dal peso dei calci,

così donna ferita
trascini i tuoi giorni
nell'attesa di un mondo
senza violenze.

Eppure anche tu
un giorno hai sentito
carezze sulla pelle
e frasi d'amore,

anche tu hai creduto
nell'amore dei libri,
offrendo te stessa
a chi ha poi violato il tuo corpo.

Come te tante, troppe
subiscon ferite
nel corpo e nell'anima,
troppe sepolte
da pietre ed insulti,
troppe rinchiuse
in case senza porte e finestre
in balìa di orchi mostruosi.

Oggi dono un fiore,
un fiore fatto coi raggi del sole
e la luce fioca delle stelle
a chi giace in casse di legno
massacrata da mani assassine,
a chi porta i segni delle violenze
subìte sulla pelle e nel cuore,
a chi intride di lacrime
cuscini come sudari di rabbia.

Perdono, vi chiedo perdono
e aspetto quel giorno in cui
non ci saranno più pugni sul viso
ma solo braccia aperte per accogliere
chi dà la vita e l'amore,
chi dà i sorrisi e la gioia,
perchè senza di voi
non avrebbe senso la vita.

 

4
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/08/2016 15:46
    Un plauso sincero e dovuto per questa tua bellissima.
  • Rocco Michele LETTINI il 25/11/2014 15:57
    Un fiore... per rincuorare.
    Una poesia... per esprimere il proprio dissenso a cotanta violenza.
    Profondo verseggio Vincenzo.

2 commenti:

  • mariella mulas il 25/11/2014 11:23
    Ah il tuo onorare quel dolore femmineo è ancor più importante e essenziale per sollecitare denunciando la gravità della violenza... Io come donna stupisco e avverto palpabile l'angoscia della fine ingiusta, tu come uomo comprendi quanto orribile sia arrivare a tali azioni feroci che annullano qualsiasi umanità di sentimento maschile! E nella tua bellissima lirica chiedi umilmente perdono a nome di taluni tuoi simili che ha creato così irosamente quel dolore... Grazie Vincenzo... felice di averti letto!!!
  • Aria il 25/11/2014 11:09
    straziante, bellissima e tremendamente reale..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0