accedi   |   crea nuovo account

Samanta spaziale

Al ristoro magnetico dell'inesplorato
estasiata, un po' bambina mi abbevero,
intenzione di stella
tra orde di stelle incastonate
dalla luminescente colla
d'un arcano, indecifrabile
eppur così avvolgente amore;
osa, piccola e ardente navicella,
che tra bagliori ancor ignoti di scienza,
sovrana e spavalda t'aggiri,
laddove la terra guisa ha
di formica che vacuamente nuota,
nello sciabordante spumeggiare marino,
di un'epistemologia di senso.
Perchè i cieli sempre si rivelino
al mio orgoglioso vagar celeste
antro di dolcezza ineffabile.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 25/11/2014 21:46
    Versi davvero avvincenti; la bellezza delle immagini coinvolge ed emoziona. I miei complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 25/11/2014 19:11
    Una fantastica poesia con la tua solita maestria nel trasmettere sentimenti veri...

2 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 01/12/2014 22:15
    Versi assolutamente magici...
  • karen tognini il 26/11/2014 07:41
    Bravissimo Cristiano.. Samanta nello spazio è un bel successo per lei e orgoglio per tutti noi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0