username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Notturno

La luce del lampione
libera le gocce oblique
verso l'asfalto.

Nel silenzio notturno
si odono, lenti, alcuni passi.
Una finestra si illumina
dal palazzo di fronte.

Insiste la pioggia
nel penetrare le fogne.
Una serranda viene abbassata.

Note di sassofono
vibrano nell'orecchio.
Un'altra serranda viene alzata.

Ed è giorno.

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Luca il 27/11/2014 11:08
    Udire tutti i "rumori della notte", dove la pioggia parla con chi l'ascolta, o meglio, con chi SA ASCOLTARLA, congratulazioni, poesia meravigliosa
  • Caterina Russotti il 27/11/2014 11:00
    Uno sguardo verso il buio della notte mentre tutto tace e in sottofondo il tintinnio della pioggia che suona all'unisono con il sassofono in attesa del nuovo giorno.
    Versi che trasmettono un senso di serenità ...
  • Rocco Michele LETTINI il 27/11/2014 07:28
    I tuoi versi trasmettono... sensazioni uniche... Un poetar sublime Massimiliano

1 commenti:

  • Chira il 26/11/2014 18:46
    Manca il sassofono ma con un po' di fantasia si sente anche... hai colto questo istante, dalla finestra della mia stanza è ciò che vedo mentre guardo piovere... la notte passerà, l'acqua netterà ogni cosa e sarà di nuovo giorno. Bella!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0