PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pena soave

Amico mio non pianger la tua pena,
dagli occhi, cristalline e silenziose,
scivolano le lacrime preziose,
Sul macigno fa canto una sirena.

Discernere la strada più serena
tra proposte asservite e indignitose,
l'allerta dentro il cuore con spinose
parole che ti adombrano la scena.

Al fondo del tuo cuore dolce e buono,
la sensazione vuota di un impegno
che giungere ti può come un bel suono.

Ritorna ad esser libero nel dono
ch'è dato senza prezzo con un regno
senza re né regine su di un trono.

Non c'è amico che possa dirti chiaro
ciò che ti preme in cuore se è più caro,
ognuno ha il proprio sole.

 

5
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 27/11/2014 18:25
    Libero nel dono, senza prezzo e con un regno. Frase molto bella che certamente mi segnerò ricordandola come guida alla mia quotidianità. Complimenti e ovviamente grazie.
  • Luca il 27/11/2014 10:33
    Non si deve mai piangere per la propria vita, ma bisogna trovare un buon sistema per rimettergli le ali
  • Vincenzo Capitanucci il 27/11/2014 09:12
    ognuno ha il proprio sole. dramma... mistero.. gioia.. e pena soave..
  • Rocco Michele LETTINI il 27/11/2014 08:37
    Ognuno ha il proprio destino...
    Ognuno vive la propria vita...
    E il dolore resta personale...
    Ognuno con le sue gioie...
    Ognuno con i suoi tormenti.

    Toccante nella sua profonda verità. SERENA GIORNATA VER...

2 commenti:

  • Verbena il 27/11/2014 12:04
    grazie miei cari
  • Chira il 27/11/2014 08:07
    Parole che arrivano come un balsamo per chi è in umane pene... parole tanto lievi quanto profonde e vere. Ci sono dei periodi veramente NO, Verbena, dove sembra sempre buio e che il sole non possa più risplendere... Quel raggio bisogna trovarlo solo in noi stessi e catturarlo ogni volta che va a nascondersi dietro nubi di pianto. Incantevoli versi, molto sentiti!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0