accedi   |   crea nuovo account

Lo male oscuro

Ne le ossa penetra
e si sente de casa
lasciandoti amara,
mentre qualcosa t'intasa
e fori nun vene e tara,
dopo di te nun riman che la scasa.
Compassione nun voi e tutto tace,
poiché tu hai trovato la pace.

 

4
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Luca il 27/11/2014 17:11
    Un male da estirpare, prima che si impadronisca del tutto della nostra anima, bella poesia. Come sempre i miei complimenti Don
  • roberto caterina il 27/11/2014 15:50
    solitudine, male oscuro e compassionevole silenzio animano tuttavia una ricerca di espressione che non ha fine.
  • Vincenzo Capitanucci il 27/11/2014 15:46
    molto bella Don... è da quando nasciamo che ce lo portiamo dentro.. come un ospite amaro.. finché non troviamo pace.. e dovremmo trovarla prima questa pace.. prima ancora che tutto tace..
  • Rocco Michele LETTINI il 27/11/2014 15:42
    Saggio il tuo pensar Don... Straordinario poetar...

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0