username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nuovo giorno

Dolce lacrima,
che scendi lungo quel viso,
dolce lacrima,
persa in un viso perso,
dolce viso,
nascosto in mezzo al buio,
buio,
nascosto in quella stanza,
che ti disintegrerai una volta aperta la porta,
quella porta ora è chiusa,
quella porta si aprirà al nuovo giorno,
viso,
tu quella porta l'aprirai,
l'attraverserai,
durante una nuova alba.

 

2
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonino R. Giuffrè il 02/12/2014 19:14
    ... una poesia chiascurale dove luce ed ombra si alternano con calcolata sapienza. Piaciuta.
  • cristiano comelli il 02/12/2014 16:09
    Il bello delle lacrime è proprio questo che, se davvero sono lette con il cuore, non invitano il viso a chiudersi ma ad aprirsi al mondo. Le lacrime, quando sono di gioia, sono una contemplazione del bello, quando sono di dolore, uno stimolo a cercarlo. Complimenti.
  • Don Pompeo Mongiello il 02/12/2014 14:30
    Vai per la tua strada e lontano andrai, ma ascolta soprattutto la tua voce, anzi quella del tuo subconscio.
  • Rocco Michele LETTINI il 02/12/2014 10:14
    L'amare... una nuova alba... una passione ardente... Stupendo Luca...

1 commenti:

  • Alessandro il 04/12/2014 15:50
    Anafore che evidenziano una sofferta dolcezza, quella di chi ha patito ma sa ricominciare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0