username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Crepa!

La perfezione della ragazza dai capelli rossi
di quel dipinto
non verrà mai più raggiunta
da nessuno
impossibile tentare anche solo di rievocarla.

C'è un sinistro assembramento concentrico
di corvi grigio-neri
attorno al campo santo.

Vorrei solo dirti: crepa!

Vorrei solo che un grosso meteorite
venisse a far visita alla terra
solo per schiantarsi su di te,
e che non rimanga niente,
neanche la cenere.

Mi sto tramutando in una casalinga disperata.

Sono il volo della vecchia oca,
le vecchie oche
hanno il becco più cattivo.

 

2
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 04/12/2014 15:56
    Quanta verità nella terzina di chiusura, un'autocritica sugli effetti del rancore e del rimpianto.
  • Antonino R. Giuffrè il 02/12/2014 19:13
    ... una poesia dai ritmi equilibrati dettati dall'imperativo che dà anche il titolo alla stessa. In fondo le vecchie oche non sono che cigni a cui hanno tagliato le ali...
    molto significativa.
  • silvia leuzzi il 02/12/2014 17:03
    " le vecchie oche
    hanno il becco più cattivo. "
    Che verso Fri, davvero importante. C'è riassunta una vita in poche parole. Il resto è rabbia allo stato liquido, racchiusa in un verseggio discorsivo ma incisivo. Complimenti amore mi piace

2 commenti:

  • AlfaCentauri il 09/12/2014 12:43
    ahahahahhaha...
  • frivolous b. il 06/12/2014 13:18
    non pensavo che la "parte dell'oca" avrebbe riscosso così tanto successo... grazie tanti a tutti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0