PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A Te o Maria

Maria, madre e tutte e mamme,
sta grazia m'avita fa,
a figlia mia,
lassala cambà,
pigliate a mia,
ca so peccatore assaie,
ma a Tinuccia
fa ca abbrazza a mamma,
pigliate a mia,
eccome qua,
n'urdemo bicchiere
e songu a te,
ma lassa Tinuccia mia,
ca abbrazza a mamma,
ruie creature
che chiagneno solo pe' me,
delinquente ca so,
pigliate a mia
e così sia!
Ma lassa loro,
Vite mie.

 

0
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 03/12/2014 21:21
    Bella invocazione d'amore...
    Bella preghiera...
  • Rocco Michele LETTINI il 02/12/2014 20:24
    Che animo Don... Buona serata...

1 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 02/12/2014 19:31
    Ci tengo a precisare, che questo è tutta fantasia, una sceneggiata, che personalmente vorrei che non muore mai.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0