username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Piombo... in polvere (Aforisma celebre e haiku)

Noli adfectare quod tibi non est datum, delusa ne spes ad querelam recidat.
Non aspirate a ciò che non ti è stato dato, affinché la tua speranza delusa non abbia motivo di lamentarsi.
(Fedro)

<=>

Sognar assurdo
spintona ner burrone.
Qualcuno avverta.

 

2
1 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 04/12/2014 10:38
    C'è un filosofare che non bastano queste pochissime parole, ma ore e ore di discussione, per arrivare spesso al punto di partenza.
  • Francesco Andrea Maiello il 04/12/2014 09:16
    La materia... non ci è dato e la nostra maggiore aspettativa è la luce per non precipitar... nel burrone!
  • loretta margherita citarei il 04/12/2014 03:00
    riconoscere i propri limiti, bella e saggia citazione, ottimo haikù, giorno rocco
  • Nicola Lo Conte il 03/12/2014 21:39
    Il nostro corpo trasmuta, ogni giorno, gli elementi chimici... eppure fa fatica ad accettare il percorso di apprendimento di questa vita!
  • Vincenzo Capitanucci il 03/12/2014 09:30
    Abbiamo sempre voluto del piombo farne oro.. e il sogno alchemico forse non era cosi assurdo.. Au 79 e Pb 82.. sono molto vicini.. e tra di loro il Mercurio 80.. come Uranio 92.. e Plutonio 94.. senza parlare di Idrogeno e Helio.. dove l'alchimista è il sole.. o l'alchimia delle piante.. che riescono a creare elementi di cui hanno bisogno.. ma a l'uomo cos'è stato.. niente o tutto.. forse vale la pena di dare un'occhiata nel burrone.. magari scopriamo che è di sostanzioso burro.. io avverto... poi fate Voi..

1 commenti:

  • Alessandro il 04/12/2014 15:47
    E in effetti è duro il duello tra i sogni più sfrenati e la ragionevolezza. Diciamo che una persona normale non può fare a meno di nessuno dei due.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0