accedi   |   crea nuovo account

Chronica e sviluppo 6

Chronica

Quando la parola
non è sbagliata
ma dura
rassomiglia
ad un granello di sabbia
più spesso

Sviluppo

Il tempo dei sogni è ormai trascorso
Le visioni non sono timide stelle
Che aprono i cancelli
Ad un plenilunio antico
Restano canali
Di un cammino
Trovato dopo
Mille peripezie e illusioni
Nell'arroganza di una lunga onda verde

Così lontano dalla calda estate
La lingua trova il passaggio
Verso un desiderio sempre
Visto a poca distanza
Quasi afferrabile
Con o senza
Specchi
E
Ora
In effetti
Si trovano più vie
Oltre quella presidiata
Da imponenti milizie della
Mente ma tutte hanno il freddo
Volume della fine e non sono meglio

Da risalire in cerca
Di spensieratezza
E verdi foglie e straordinarie
Favole cantate senza la fretta
Della luna calante.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 04/12/2014 15:38
    "Il tempo dei sogni è ormai trascorso", trascorse le illusioni dell'arroganza non resta che scoprire nuove e vecchie vie. Molto complessa
  • Rocco Michele LETTINI il 04/12/2014 07:36
    Che sollievo dai Roberto nella strofa di chiusa... una favola che tutti aspettano... una favola che cambi il vissuto rallegrando...
    Sì... che è riflettere, il tuo... Sì... che è lezione da tesoreggiare, la tua... FELICE GIORNATA

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0