PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Donne a pezzi

Che pioggia ieri sera
ma dovevo andare, come sempre.
Mi chiamano "nobile puttana"
per il garbo verso i miei clienti
e poi non ho alzato i prezzi
per la crisi.
Per ogni mio pezzo
ho un tariffario
solo i baci non sono in vendita
e la mia specialità è il lato b.
Così certi uomini si sentono
maschi dagli attributi a posto
e io li lascio fare...
prona evito quegli sguardi
mi salvo dal loro respiro
e posso andarmene lontano.
Mentre fanno io vado...
a dare baci all'uomo impotente
a cui basta star tra le mie braccia

piangente.

 

l'autore Chira ha riportato queste note sull'opera

A tutti quegli uomini che prima comprano e poi disprezzano ma sopratutto alle donne che ridono con loro di altre donne. Ognuno, uomo o donna, ha una storia che esige RISPETTO.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 08/12/2014 07:33
    Una poesia di argomento difficile da trattare. Ci sei riuscita senza volgarità e con grande rispetto. Lo sapevo. Brava.
  • Anonimo il 05/12/2014 14:18
    Scritto, soprattutto, da una donna che interpreta altre donne,è ciò che mi piace perchè crea quell'equilibrio negato, in verità, dalla par condicio. È vero che la libertà della mente utilizza la capacità di estraniarsi, quasi, a negare il fardello della presunzione di chi approfitta, nega, sparla, si vanta o piange per la difficoltà d'amare o di fornicare.
    L'espressione "nobile puttana" dà un'aura di rispettabilità a chi sa d'essere nobile nell'animo. Poi ci sono donne che ridono di altre donne, negando a se stesse, ma non agli intimi, d'essere abili a quel mestiere.
    Un testo forte e sincero, brava!
  • Rocco Michele LETTINI il 04/12/2014 16:46
    UN ACUTO... PER CONDANNARE... IL MAIALE CHE È IN TANTI... IL MIO ELOGIO CHIARA...

12 commenti:

  • Fabio Mancini il 09/01/2015 15:55
    Mi piace l'argomento che hai scelto, come lo hai trattato e la nota esplicativa. Dal mio punto di vista avrei intitolato l'opera: Umanità a pezzi, oppure uomini e donne a pezzi. Io sono sicuro che nessuna donna nasce meretrice, né lo diventa per "vocazione". Le donne che praticano "la vita" sono quelle che sono state ingannate da uomini privi di scrupoli e che non hanno mai conosciuto l'Amore e trascinato nel baratro tante persone ingenue e sprovvedute. Spesso dietro la prostituzione ci sono storie di abusi, violenze, incomunicabilità, solitudine. Mi fanno sorridere, ad esempio, quegli uomini che vanno con le prostitute in età pensionabile che non hanno più alcun appile, se non un incontro che richiama alla mente la morte fisica, affettiva e spirituale. Hai ragione nel dire che il rapporto da te descritto evita il contatto con il volto e quindi è più distante e meno coinvolgente, ma non condivido che l'uomo impotente cerchi conforto da una prostituta, né che questi sia più sensibile rispetto agli uomini normodotati. Infine la miseria non ha sesso! Forse dovremmo parlare più di sentimenti e meno di orgasmi! Un sorriso gentile, Fabio.
  • leopoldo il 03/01/2015 10:02
    Ogni Persona, a questo mondo esige rispetto, credo oltremodo che chi esercita quel mestiere, abbia anche una forte dose di coraggio, in tutti i sensi. Bellissima esposizione poetica di un atto che, di amore non ha nulla. Grande Persona, chi riesce ad Evadere con la mente, mentre Subisce controvoglia. Complimenti Chira.
  • Anonimo il 31/12/2014 15:56
    Molto toccante questa poesia...
    la prostituzione è più mentale
    che fisica e questa donna non
    si vende. Bravissima, complimenti
    vivissimi.
  • Matteo il 14/12/2014 11:14
    Nel leggerla la "profondità" aumenta... cruda, semplice e profonda al tempo stesso. Per me è si!
  • silvia leuzzi il 13/12/2014 17:32
    Chira questa tua poesia non l'avevo letta. Bella, bellissima mi ha commosso profondamente. Vorrei dire tante belle parole, ma ogni cosa mi sembra scontata. Ciao
  • Alèd il 05/12/2014 14:27
    Un mondo senza puttane, un mondo d'amore ma forse le puttane per quegli uomini sono l'unico amore
  • Gianni Spadavecchia il 05/12/2014 14:25
    Vero, ognuno ha la sua storia ma spesso è spontaneo e fin troppo facile giudicare.
    Sagge parole nella nota le tue.
  • Chira il 05/12/2014 08:10
    Luigi, Alessandro, Ellebi, Lory, Rocco Michele... grazie a tutti voi!
    Chiara
  • loretta margherita citarei il 05/12/2014 03:49
    le prostitute vi precederano nel regno dei cieli... disse GESU', piaciuta tvb chira
  • Ellebi il 04/12/2014 23:53
    Bella composizione Chira, mi permetto di dirti, tuttavia, che mi sembra un tantino "sentimentale", Luigi infatti, in altro modo, te lo fa notare. Questo non toglie che si deve rispetto a qualsiasi persona, e che i tuoi versi sono ottimi. Un saluto
  • Alessandro il 04/12/2014 15:42
    Giustamente, prima ancora che uomini e donne siamo persone da rispettare.
  • luigi il 04/12/2014 11:21
    Ci sarà quella che vorrà stringere quell'uomo soltanto al suo petto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0