PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cavallo da corsa

Alla partenza scalpiti fremente,
gagliardo alzi le zampe; ti dilati
le froge mentre i tuoi nitriti urlati
attirano la folla già impaziente.

Sbuffi, indietreggi, aspetti solamente
il via per far lo scatto e poi, affiancarti,
correre gareggiando, scatenarti.
Al galoppo veloce vai furente.

Proteso dallo zoccolo al garrese,
con la criniera al vento, hai superato
senza affanno, falcando a zampe tese,

gli altri fendendo l'aria forte e fiero.
Quando all'arrivo giungi trafelato:
lingua pendula, bava, aspetto altero,

pieghi il capo alla folla in umiltà,
felice per la nuova sfolgorante
tua vittoria, io mi avvedo della mia
piccola e complicata umanità.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 07/12/2014 11:01
    Verseggio unco... per stile e... per tema trattato. Felice Domenica Ver...
  • cristiano comelli il 06/12/2014 23:36
    Sublime componimento che ritrae con rara nitidezza espressiva e contenutistica la regalità innata degli equini.

1 commenti:

  • Verbena il 07/12/2014 11:33
    Grazie di tutto cuore signori poeti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0