accedi   |   crea nuovo account

Dal disco volante

Dal disco volante si osserva
di tanto in tanto il pianeta
rissoso chiamato terra.

Sbarrano gli occhi i marziani
del caos perenne stupiti
a starne al largo convinti
altro che a pensar invasioni.

È uno stivale rumoroso
in tante fazioni diviso
che più fa scuotere il capo.

Non sono verdi gli alieni
come li abbiamo dipinti
ma vivono come castighi
le folli liti degli uomini.

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 16/12/2014 07:11
    Stupendamente verseggiata in pensiero ironico... IL MIO ELOGIO E LA MIA FELICE GIORNATA MICHELE
  • Don Pompeo Mongiello il 15/12/2014 18:32
    Veramente molto apprezzata e piaciuta questa tua straordinaria.
  • Luca il 15/12/2014 16:05
    Un mondo che una volta viveva mediocramente bene, ora vive l'inferno...

2 commenti:

  • Anonimo il 16/12/2014 01:11
    Bella composizione e divertente, realistica perô, alieni a parte, ma come mai il mondo non è mai in pace?, non lo è mai stato, ed è presumibile non lo sarà in futuro? Un saluto.
  • loretta margherita citarei il 15/12/2014 18:08
    bella riflessione bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0