accedi   |   crea nuovo account

Acqua

T'odo, eppur m'inganna
la pienezza del tuo vuoto
di molecole trasparenti.
Spasimasti il mare
dalla confusione del cielo,
ora ti sconvolgi con creste d'onde
e non rimembri più il desiderio,
cerchi in disperate altezze
di sfiorare ancora le stelle,
ma ti acceca il riflesso lunare,
e assurdo è l'opposto volere.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0