PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Acqua

T'odo, eppur m'inganna
la pienezza del tuo vuoto
di molecole trasparenti.
Spasimasti il mare
dalla confusione del cielo,
ora ti sconvolgi con creste d'onde
e non rimembri più il desiderio,
cerchi in disperate altezze
di sfiorare ancora le stelle,
ma ti acceca il riflesso lunare,
e assurdo è l'opposto volere.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0