PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di ieri

si perdono
fra rughe con gli anni del Mondo
gli sfavillii d'opulenza nutriti
e sguardi, che attendono un cenno
che sappia di misericordia cristiana
mentre
gli inserti d'astracan sbiadiscono
come la speme per un domani migliore
per una mano, che finalmente non prenda solamente
ma, tutti passano e poco s'avvedono
di ieri...

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 20/12/2014 13:26
    Uno sguardo al futuro con un pizzico di apprensione ma distinguibile fiducia. Complimenti e auguri.

4 commenti:

  • ignazio de michele il 22/12/2014 06:25
    un sincero e sentito augurio e ringraziamento, a tutti, per una serena Festività Natalizia ed un proficuo anno 2015...
    ignazio
  • loretta margherita citarei il 20/12/2014 18:23
    mitico sei, bella poesia
  • Anonimo il 20/12/2014 12:49
    Vedremo domani. nǐ hǎo
  • Anonimo il 20/12/2014 11:30
    opulenza che si perde in sfavillii... lirica che porta a profonda riflessione... versi incantevoli e sempre molto sentiti ciao caro amico

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0