accedi   |   crea nuovo account

Sotto l'albero, le tue labbra

Sotto l'albero, un dono:
labbra di pesco e fragola
a rincuorarmi dal tedio
e a dar ninfa ai sogni miei.
Sarà per quel rosso vermiglio
somigliante al buon vino
perdutamente m'inebriano
incendiandomi fino in fondo.
Ho raccolto le tue labbra
prima che cadessero a terra
vittime del giudizio tuo che poco
tollera e meno perdona.
Rubai la luce ad una stella
un verso musicale colsi
aggiunsi un sorriso azzurrino
e mescolando tutto
le tue labbra cominciarono a fiorire
come quando davanti alla toilette
la tua bocca riprende splendore
dopo un colpo di rossetto!
E solo ora, le tue labbra
potevano essere mie. . .

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 10/01/2015 18:21
    Versi molto belli...
    "Ho raccolto le tue labbra prima che cadessero a terra "...
    Per conquistare il cuore di una donna hai rubato la luce di una stella!...
  • Anonimo il 27/12/2014 09:17
    Son le poesie che piacciono a me... parole che si vedono.
  • loretta margherita citarei il 27/12/2014 03:18
    gradevole testo buon anno, fabio
  • Anonimo il 26/12/2014 22:50
    Blavo apprezzatissima, Nín hǎo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0