PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Notti bianche

Quando i pensieri affollano la mente
il dolce sonno stenta ad arrivare
è' notte fonda e non sai riposare;
nel soffice tuo letto desta e assente.

È quasi l'alba e ancora tutto tace,
dormono i bimbi, i grandi e i vecchi,
frammenti di giornata che ormai secchi
di vita, nella mente danno pace.

Nell'aria senti odore di solventi,
la casa è la tua culla dove vivi;
grida insidiano l'anima e le udivi,
in essa sei difesa dai serpenti.

Frustate lancinanti nel tuo cuore,
richiami silenziosi ti vorrebbero
turbare; ma tu aspetti sotto l'albero,
nella tranquillità che ti fa onore.

Prigioniera subisci notti bianche:
La preghiera, il tuo libro e la tisana,
non bastano; le membra tue son stanche.
Vorrai dormire un sonno da sovrana.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • augusto villa il 07/01/2015 20:48
    Rende molto bene l'idea... e complimenti per le rime!
    ----

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0