accedi   |   crea nuovo account

I miei anni in fila

Vi metterò in fila uno per uno
miei squinternati anni
per scorgere in voi
l'ombra della mia lucida follia
o l'anelito alla mia sete di giustizia.

Vi scruterò dall'alto della mia
presunta parvenza di saggezza
per ritrovare in voi il rossore sulle guance
e l'imbarazzo nel parlare da bambino.

Guarderò al rallentatore
una corsa sulla fascia
e un pallone che s'insacca nella rete,
e magliette sudate intorno a me.

E poi anni di musica e chitarre
e canzoni cantate sopra un palco
e sposi felici nelle foto
e sudore, fatica e gioia.

Vi amo anni di proteste
e manifestazioni nelle piazze,
anni di speranza di cambiare il mondo,
vi amo anni della gioventù,
dell'amore e della forza della vita.

Perché mi avete illuso anni della giovinezza?
Perché avete fatto nascere in me il germe
dell'onnipotenza dei miei sogni?
Perché avete barattato la mia libertà
con gli assurdi compromessi della realtà?

Ahi, quanto può esser duro
il risveglio dopo il sogno,
quanto può essere amaro
il calice della maturità,
quanto male può fare
la cattiveria dell'umanità.

Ora che non so vedere intorno a me
che dolore e sofferenza,
ora che l'umano mi appare
come drago che sputa fuoco tutt'intorno
e come bestia immonda
che squarta vittime innocenti
per ingozzarsi di carni maciullate,

ora, ora vorrei chiudere gli occhi
per tornare a correre in un prato
o per sognare di cambiare il mondo
con un semplice schiocco delle dita.

 

2
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2015 17:32
    Un bel poetare davvero, a te un laudo sincero ti giunga in questo momento pasquale.
  • Rocco Michele LETTINI il 29/12/2014 18:04
    GLI ANNI? LA CATENA DEL VIVERE... STRAODINARI VERSI...

4 commenti:

  • Bruna il 25/03/2015 18:01
    in mezzo a tanto dolore e paura anch'io vorrei "ora, ora chiudere gli occhi... ma...
  • loretta margherita citarei il 31/12/2014 18:07
    INTENSA, BELLA POESIA, BUON 2015
  • Anonimo il 30/12/2014 14:37
    Gentile poeta,
    tu sei Ariete, nato come me il 5 del mese del dolce dormire, ma ne devo contare una diecina in più di anni. Pertanto non ti è concesso chiudere gli occhi, ma continuare a lottare contro ogni avversità nel segno del tuo cognome.
  • Anonimo il 29/12/2014 20:56
    Bisogna rallentare ogni tanto e scrivere gli appunti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0