username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Passato

In un tempo che non esiste
ho chiuso i miei giorni
come in una perpetua notte
d'insonnia. È nel passato
la dimensione del presente
che vivo, come di chi guardi
alle spalle un sole in tramonto
e più non veda innanzi il giorno
che verrà. Pure tu appartieni
al passato. Sei sempre appartenuta
al passato, anche quando tenera
dicevi che mi saresti stata a fianco.

 

3
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 07/01/2015 08:51
    meravigliosa! Tutto diventa lo stesso tempo, un tempo che, però, sembra non esserci mai stato... tutto tende ad appiattirsi a diventare grigio...
  • silvia leuzzi il 30/12/2014 10:14
    Con questo autore val bene un'osservazione che fece Ungaretti a proposito di Leopardi, quando affermò che il Recanatese nelle sue grida disperate, rappresentava la fine di un'epoca e nelle sue paure il fremito che l'ignoto ci riserva.
    In questo tempo incerto, come i nostri padri più illustri maciniamo emozioni e le elaboriamo, passando attraverso l'amore, il dolore, la vita e la morte..
    Sicuramente è un'elaborazione mia, non ha alcun senso, ma è un mio modo di interpretare dei bei versi che mi investono con il loro dolore. Ciao buon anno poeta
  • Rocco Michele LETTINI il 29/12/2014 20:22
    Solo gioioso del passato... e poi gelida assenza... Profondo verseggio Antonino

3 commenti:

  • Anonimo il 06/01/2015 06:46
    La malinconia vive profonda in questa poesia e la rende dolce.
  • Anonimo il 31/12/2014 17:15
    Viviamo nel passato quando quel passato è incompiuto: è allora e solo allora che il nostro presente coincide con il nostro passato. Una persona che è ancora così viva in noi, come per il poeta la donna di questa poesia, non appartiene al passato, ma al presente. Apparterrà al passato solo quando tutto quello che i due hanno da dirsi o da darsi sarà stato detto e dato. Ti auguro un buon anno nuovo in cui realizzare il tuo presente per poter finalmente archiviare il tuo passato.
  • Anonimo il 29/12/2014 20:01
    Apparteneva al passato dal sempre. Ma tu non volevi vederlo. Volevi il futuro.
    La mia interpretazione libera delle tue parole sentite al modo mio. La sensazione che almeno una volta nella vita ha visuto ognuno di noi, ognuno chi ama...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0