accedi   |   crea nuovo account

L'anima non immortale

Da quando l'anima ha perso
la sua immortalità
è come
una ragazzina incantata

E se la trasparenza è messa a dura prova
da brutti motoscafi
L'amore può nascere dalla pazienza estiva
da piccole ferite
sugli scogli
curate
con sguardi morbidi
di notturni velluti

È l'anima non ha mai perso
la sua solidarietà adolescenziale
la voglia di passeggiate brevi
e mobili equilibri
Si sa, quando vuole
dileguare.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 01/01/2015 15:37
    Mi associo a Verbena, il suo giudizio lo faccio integralmente anche il mio.

3 commenti:

  • Ellebi il 30/12/2014 12:36
    Mi è piaciuta questa tua composizione, per via del tono così noncurante, privo di pregiudizi culturali, teologici, però confesso che, in genere, faccio fatica a seguirti, la tua poesia essendo, per lo più fuggevole, in tutte le direzioni. Buon anno.
  • Verbena il 30/12/2014 09:10
    Posso solo obbiettare il contenuto: L'anima non può perdere la sua immortalità però geniale la supposizione e che diventi come "una ragazzina incantata". Bravissimo Poeta
  • Rocco Michele LETTINI il 30/12/2014 07:52
    L'ANIMA HA PERSO LA SUA ETA'... NON LA SUA ADOLESCENZA... SEMPRE E SOLAMENTE IMMACOLATA... LEI, SE SI È SMARRITA, SA COME DILEGUARSI... STRAORDINARIO VERSEGGIO ROBERTO... FELICISSIMO 2015.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0