accedi   |   crea nuovo account

Un altro giorno

Un altro giorno,
m'illudo, forse è diverso,
forse l'oggi non è il ieri;
mi sveglio, esco,
passeggio per la città,
per strade vecchie, uguali da centinaia di anni,
sprizzanti vivida storia.
Un altro giorno nella città di sempre,
con la gente di sempre,
moderna nella sua vetustà.
Ecco, mi guardo intorno
e vedo la realtà,
tutto uguale,
come in una fabbrica ferma, nulla cambia,
perché nulla può cambiare.
L'oggi è simile al ieri.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 30/12/2014 21:35
    crediamo che tutti i giorni siano uguali, in realtà penso che siamo noi che non facciamo nulla per cambiarli, forse siamo troppo pigri o in fondo ci sta bene così, un buon anno!

1 commenti:

  • vincent corbo il 31/12/2014 09:45
    La poesia corre sul filo delle anime... proprio oggi ho scritto "sempre uguale" e adesso leggo questa tua... una meravigliosa sintonia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0