PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anime nere

Ansima e suda l'orco mentre affonda i suoi colpi
tra le gambe e le lacrime
con violenza inaudita penetrandoti l'anima

sbuffa grugnendo ed urla, ora prova piacere
martoriando il tuo cuore mentre lorda
il tuo corpo col suo seme e la rabbia

ti lascia sporca e nuda tra il terrore e l'asfalto
come misera preda della bestia feroce

t'alzi, barcolli e piangi impaurita
senti ancora il suo lurido fiato che ti soffia sul collo
le sue mani rapaci che ti frugan feroci
e il suo ghigno spietato che
rimbomba e fa eco
tra il dolore e la strada.

 

3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 07/01/2015 17:42
    Una piaga che mai rimarginerà... se non verranno prese drastiche misure...
  • Luca il 06/01/2015 13:43
    La violenza sulle donne, un problema che tutt'oggi purtroppo esiste...

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 08/01/2015 07:08
    Descritta una bestia, non solo senza anima ma senza coscienza. Senza amore, senza valori e virtù.
    Descritta la malvagità, descritta la violenza.
  • Nicola Lo Conte il 06/01/2015 21:06
    Descrizione terribile e spietata di un essere senz'anima...
  • Luca il 06/01/2015 13:46
    Poi quella lì sessuale è ancora peggio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0