username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ridete

Ridete
avvoltoi, della mia anima
lacera e ferita.

Ridete
carogne, del mio furore
sfrenato e divampante.

Ridete
delle ferite, infette
di rabbia e impotenza.

Nutritevi
di rabbiosa linfa.

Godete
di lucida follia.

Furia infernale
è nulla in confronto alla mia ira.

Nessuna potenza del cielo
la potrà placare
fino a che
lacrime di sangue sgorgheranno
e vendetta sarà adempiuta!

Ridete
Io, angelo e demone,
starò a guardare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Sergio Fravolini il 31/10/2010 13:16
    Una bella opera mi piace.

    Sergio
  • Anonimo il 30/06/2010 16:43
    Osserva, sgomenta, raggela le loro anime ed allora ridere sarà dolce intenso gaudio.
    L'ho lentamente "gustata".
  • Roberta P. il 04/09/2009 09:22
    Proprio bella!
  • No Nombre il 16/06/2009 16:55
    Rabbia con estremità... complimenti, mi piace!
  • Diallo Mamadou " Kenz " il 14/05/2009 15:48
    che sfogo sublime, mi e' piacuta un sacco
  • Luca Lulleri il 05/01/2008 11:46
    La rabbia trasuda da ogni singola parola di questa bellissima poesia, Sin dall'inizio si sente un'alone di tenebra e odio.. È carica di emozione! complimenti!
  • Giampaolo Angius il 24/12/2007 14:56
    Se ti limiti a guardare come potrai adempiere??
  • giancarlo noferi il 19/10/2007 10:17
    Veramente bella, questa poesia, piena di forza, di rabbia, di emozione, che arriva direttamente all'anima del lettore...
  • patrizia sgura il 11/10/2007 15:36
    mi piace molto questa tua poesia, si sente la tua rabbia, devono averte fatta grossa... anche a me piace scrivere di tanto in tanto poesie arrabbiate, sono un grande sfogo per me. brava.
  • dario spelorzi il 01/10/2007 16:16
    Gravi che siano le ferite, penso che la miglior vendetta sia il perdono, se non vuoi che il demone rimanga inte. bella ciao dario
  • roberto mestrone il 01/10/2007 15:26
    Pensieri densi di truce sarcasmo; feroce esplosione di un'anima che ha subito atrocità.
    Distensivo il finale...
    Brava Michela!
    Ro
  • Riccardo Brumana il 30/09/2007 23:09
    bellissima! finisce subito nelle mie preferite!
  • sara rota il 30/09/2007 19:44
    Ridere delle disgrazie altrui? Non è mai una gradita richiesta... sento un certo abbandono che però si riprende sul finale.
  • Franco Limbardi il 30/09/2007 17:19
    sfogarsi serve ogni tanto
    bella però
  • Anonimo il 30/09/2007 11:54
    Un bello e dovuto sfogo, ogni tanto ci vuole.
    Ciao Michela.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0