PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Scrutando Cuneo

Estasi lucente e sopraffina,
inviolabile perpetuazione
di prisca romanità,
tra le conchiglie secolari
di Auriate e Contrada Mondovì racchiuse,
t'ergi Cuneo,
baiadera di sfavillante socialità
ch'un tempo a fiera oppositrice t'ergesti
delle unghie del marchese di Saluzzo,
dall'anelito a conquistarti rapito.
Cuneo,
che fosti poi
ebbrezza d'orgoglio savoiardo
che di fresca clericalità ribolli
tra i soavi campanili
di sant'Erasmo, san Tomaso e san Rocco;
impettita eppur umile ti distendi
a mostrare i tuoi fascinosi confini,
custode sei
dell'anima urlante
di seducenti portici
profumati di amori e peregrinazioni,
che pur anonime
nel tuo ardente nome dimorano.
S'ostende il tuo ineffabile chiarore
tra Bombonina e Madonna dell'Olmo
San Benigno e il Passatore,
il tuo sguardo persin s'ingentilisce
allorchè piazza Virginio
di prelibata ortofrutta si esibisce.
Cuneo,
diadema in cui anche scalpita
il fedele cavallo del buonumore,
poi chè quell'attor partenopeo
gaudente ti volle immortalare,
"io a Cuneo ci ho fatto tre anni il militare";
vivi
iride di Piemonte
tra celia e fasti
che mai si spegneranno
e in te sempiterni si specchieranno.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 08/01/2015 09:07
    La cittadinzanza onoraria... è tua. Cuneo nei tuoi pregevoli versi... IL MIO ELOGIO E IL MIO PLAUSO...

2 commenti:

  • vincent corbo il 08/01/2015 06:41
    Una poesia completa, descrittiva, che dovrebbe essere letta e apprezzata da un grande pubblico.
  • loretta margherita citarei il 08/01/2015 03:58
    apprezzatissima complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0