accedi   |   crea nuovo account

GIOVENTU' e VECCHIAIA

I vecchi si guardano alle spalle
il tempo è passato
i giovani non riconosco il presente
loro lo ammirano.
I bicchieri scendono veloci
cosi come i ricordi
tutto si annebbia e la sera arriva
pregando il domani.
Facile sarebbe spegnersi con ardore
senza pensarci
come fanno i giovani
beati loro.
Trovano beatitudine anche nella fine
mentre noi con le carte e il vino
finiamo con il perderci il tempo
che c'è stato concesso.

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 09/01/2015 21:04
    Caro Andrea, mi pare proprio che lei non si perda in carte e vino, ma dedichi i suoi giorni a un'attività che più appaga l'anima e la fa volare, una poesia che vedo è saldo patrimonio del suo modo di essere. E in un mondo come questo, è una perla rara. La custodisca sempre mentre la ringrazio di rivelarcela costantemente nel suo verseggiare. Cordialità.
  • andrea il 09/01/2015 19:40
    la differenza è che i vecchi sono stati giovani mentre i giovani proveranno ad esselo, bella poesai

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0