PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Disegno

Un tavolo in un angolo
e sopra appeso al muro
un mare calmo,
senza vento;

poco più in la
un caldo e calmo tramonto
quasi timido, discreto,
che fa capolino tra le montagne;

una sedia, che chissà
chi ha accolto:
stanco, alla fine di chissà quale giornata
o piccolo, nel cuore, spettatore
di un così bel spettacolo.

Amica mia,
dov'è chi si fermava dietro i vetri,
ad imparare un tramonto,
ad ascoltare la luna
a sentirsi piccolo
in questo grande mondo...

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0