PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mentre mi piango

squarci di sabbia
sotto un sole secco e la tua bocca ormai
non ha più baci

per me per nessun altro
senza senso ma nulla mi potrà
vedere
mentre mi piango e tutto il resto fuori

dolori
da amare, dolori senza vedere
la cenere di sabbia che si squarcia
nell'anima mia marcia

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 01/06/2011 19:33
    Triste
  • sara rota il 04/10/2007 17:38
    Una poesia colma di sofferenza, cupa tristezza, rassegnazione... comunque ben scritta, mi ha colpito.
  • Michelangelo Cervellera il 02/10/2007 15:07
    molto emotiva. Michelangelo
  • Lestat V il 01/10/2007 18:52
    La sofferenza fa parta della nostra vita!!! bella piaciuta!
  • roberto mestrone il 01/10/2007 15:43
    Pensieri di grande turbamento interiore.
    Ad effetto gli ''squarci'' e la ''cenere'' di sabbia.
    Bravo Zagor!
    Ro
  • Riccardo Brumana il 30/09/2007 22:02
    non è il mio genere ma rende bene...
  • Anonimo il 30/09/2007 12:15
    Breve ma intensa e sofferta.
    Ciao
  • Ugo Mastrogiovanni il 30/09/2007 10:40
    Versi di grande resa emotiva plasmati con fragilità ed inquietudine.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0