accedi   |   crea nuovo account

Tutti uguali e di versi

I poeti, sai, sembrano uguali
ma in fondo, in realtà
son tutti di versi.
Con parole dipingono i fogli
di colori a pastello
che han stampati nel cuore.
Essi impregnano
di soavi emozioni
inzuppan la carta
con le lor sensazioni.

E poi spargon
come stelle brillanti
la luce dell'anima
mentre bacian le rime.
I poeti son grandi
e piccini
son uomini eterni
ed eterni bambini.

 

4
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 19/01/2015 17:40
    Poesia condivisa, come ogni individuo è un mondo assestante, anche il poeta si diversifica, ma in comune hanno la sensibilità, la visione del mondo, anche nei minimi particolari. Complimenti
  • cristiano comelli il 19/01/2015 17:30
    Al mondo insensibile che rende i poeti tutti uguali nel loro verseggiare contrapponiamo l'eterogeneità dei sensibili, di chi ha capito che ogni poesia è mondo e vuole farsi dono. Cordialità.
  • Vincenzo Capitanucci il 19/01/2015 07:44
    Quel foglio bianco.. è un baratro.. dove ritrovar parole perdute... fp... molto bella Andrea..
  • Rocco Michele LETTINI il 19/01/2015 07:32
    i poeti siamo noi... uomini dall'animo diverso... piccoli o grandi che siamo... FELICE SETTIMANA ANDREA

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 22/01/2015 06:55
    Grandi e piccini, uguali ma "di versi". Bel gioco di parole, ogni cosa che hai scritto la condivido! Ottima.
  • Fabio Mancini il 19/01/2015 20:16
    Preferisco appartenere agli uomini eterni che eternizzano con i loro versi le persone che amano. Bella poesia. Ciao, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0