accedi   |   crea nuovo account

Il poeta incompreso

Mi dondolo su quel quarto di luna, e solo non sono,
su ogni stella brilla una sillaba d'oro,
scritta da una penna macchiata di sangue sono,
infinite appaiono, ma ben spartite e perciò non moro;

mi si guarda in sordina e nemmeno un suono
a la tromba emette il trombettiere perché non ha foro,
allora ne lo cielo scuro appare rabbioso un tuono,
mi presenta agli astanti come poeta coronato d'alloro.

A la indifferenza loro, lo quarto de luna me scova,
la penna langue, ma a nessuno manca,
ma poi lo genio poetico la via trova;

riempie bianchi fogli, usando sapientemente le sillabe d'oro,
mentre le stelle una dopo l'altro scompaiono
e il quarto di luna dormendo fa infiniti sogni d'oro.

 

0
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 25/01/2015 21:14
    "ma poi lo genio poetico la via trova;
    riempie bianchi fogli, usando sapientemente le sillabe d'oro,
    mentre le stelle una dopo l'altra scompaiono
    e il quarto di luna dormendo fa infiniti sogni d'oro." e tutti noi ne siamo lieti e ti vogliamo bene per ciò che sei...
  • Rocco Michele LETTINI il 20/01/2015 07:37
    Dai che non sei un poeta incompreso... molti ti stimano e ti leggono con piacere... FELICE GIORNATA DON...

4 commenti:

  • augusto villa il 20/01/2015 21:58
    Si vabbe'... adesso non essere duro con te...
    Non ho molto tempo Don... ma non preoccuparti... quando ti leggerò... lascerò qualche commento. .. magari non a tutte... ma sicuramente lo farò.
    Un abbraccio!!!
  • Don Pompeo Mongiello il 20/01/2015 18:11
    Ad Augusto: Qui ci tengo a dire che non hai bisogno di scusarti, dare a Cesare quel che è di Cesare, mi sentivo abbandonato, isolato, ed ho usato, usando la tattica del cretino, che io sono e mi vergogno, e siccome lo dico qui pubblicamente, non credo che sia necessaria una forma privata.
  • augusto villa il 20/01/2015 13:37
    Non è vero che sei incompreso...
    Non ti credere... Io uno sguardo ai tuoi scritti lo do sempre.
    Anche quando non commento... Ho avuto modo di leggere anche brani tuoi... in stile moderno... e devo dire che mi sono piaciuti!
    L'estro non ti manca di certo.
    Per tornare alla nostra questione... ti devo dire che non ho FB ma riesco a leggere i messaggi che mi mandi... Ti invito quindi a motivare, se ne avrai voglia, il traditore ed il cretino...
    Ho forse scritto qualcosa che ti ha infastidito?
    Profitto di questo spazio anche per farti le mie scuse riguardo la mia reazione...
    Ti saluto anch'io con stima ed affetto.
  • Ellebi il 20/01/2015 02:36
    E intanto il poeta incompreso continua a sfornar versi tutti giorni, che pure non è nemmeno facile stargli dietro. Complimenti Don, anche per questa tua ultima, che non mi sembra composizione fra le più facili. Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0