accedi   |   crea nuovo account

Sotto un temporale

È plumbeo il cielo! Cumuli e tristezze
gravano nell'aria; scoppi di tuoni,
graffi d'acqua tra cupi nuvoloni,
soffia il vento tra crepe e mura grezze;
dopo verrà la pioggia.

Il regatante il remo in acqua, appoggia
la vela lungo il fianco della costa;
si guarda attorno, scende e accosta
riparandosi sotto antica loggia..
e rami ancora spogli.

Vede schiantarsi le onde sugli scogli,
l'anima sale sulla bianca sabbia,
il suo pensiero esce dalla gabbia,
volando sui ruscelli ed i gorgogli
che sfociano nel mare.

Lo scuotono singhiozzi per le amare
speranze che dilatano nel petto,
desideri inespressi nel suo detto
vuoto d'amore e senza riposare
scrive le tristi carte.

Son lacrime cocenti, s'alza e parte,
cercando tra spiragli della mente;
germogli d'una vita promettente
per planar dolcemente in cuore all'arte.
che è ricca di bellezze.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 23/01/2015 15:29
    la bellezza dell'arte come questa tua
  • Rocco Michele LETTINI il 23/01/2015 07:31
    Un temporale in lacrime di gioi:a: è il cuore che canta la beltà del mondo. Encomiabile Ver... Buona giornata.
  • Vincenzo Capitanucci il 23/01/2015 06:50
    L'arte.. è ... un rifugio di temporali... splendida Verbena .. ne faccio un aforisma... grazie... danno ali i poeti...

1 commenti:

  • Verbena il 23/01/2015 16:52
    Vi ringrazio tanto Andrea, Rocco, Vincenzo, di tutto cuore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0