accedi   |   crea nuovo account

Il vecchio e il faro

Arroccato sull'isola selvaggia
il piccolo faro viene avvolto
in una spirale di vento.

Con andamento ritmico
le onde sbattono sulla scogliera
mentre gabbiani svolazzano a pelo d'acqua
scorgendo pesci in superficie,

Nella casupola solitaria
il vecchio dalla sua finestrella
viene rapito da quest'acquerello naturale,
le lacrime iniziano a delineare
le rughe del suo viso
smarrendosi in quell'incanto.

 

2
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 23/01/2015 17:02
    Una poesia che è quasi un quadro con morbida freschezza paesaggistica che fa proprio immaginare di essere in quell'ambiente tranquillo a coccolarsi con i proprii pensieri. Cordialità.
  • andrea il 23/01/2015 09:02
    sai pensavo che quel vecchio chissà quante volte aveva già visto quello spettacolo eppure ancora lo emozionava, bella poesia.

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 23/01/2015 09:08
    le rughe del suo viso.. sono il sale di quell'incanto.. molto bella Federica...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0