PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ciao Giovanni

Fa caldo, oggi, maledettamente caldo,
sai non ho l'aria condizionata in macchina
ed arrivare fino qui a quest'ora...

un traffico che non ti dico.

Tra l'altro è anche tardi
i chioschi fuori stavano per chiudere,

d'accordo che basta il pensiero,
lo so, lo che non ci tieni a certe cose,

ma venire a mani vuote
no, non mi sarebbe parso giusto.

Certo non ho potuto scegliere molto
ma insieme con il pensiero...

e poi sappi che io ti ho in mente sempre
anche se delle volte mi è difficile venire,

è un caos la vita, uno stress continuo,
anche se tante volte ci ritroviamo a
correre, ad andare di fretta, senza
un preciso motivo.

La famiglia, i figli, il lavoro,
probabilmente molte volte servono
come giustificazioni, cosa vuoi che ti dica.

Vedo che qui da te non fa caldo, o almeno
a quest'ora il sole spalma i suoi raggi
un po' più in là.

Comunque, ora devo andare, non rimproverarmi,
credimi, devo andare a prendere mia figlia
non mi va di farla aspettare.

Ho cambiato l'acqua nel vaso, vedrai dureranno
qualche giorno e vedrai prima che appassiranno
tornerò .

Ciao, Giovanni.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Chira il 23/01/2015 19:54
    Per un amico che mai è andato via... molto bella!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0