accedi   |   crea nuovo account

Sale

Le mie lacrime sono asciutte
han il peso di tante sconfitte
se proprio vuoi farmi un favore
fai silenzio prima che il mio amore
diventi rancore e possa morderti
e tu sola in un lago di sale a domandarti.
Un po' più di fiducia dovresti avere
in colui che tornando sui suoi passi
or si giudica con sguardo nuovo
mentre il ricordo tuo è polvere
pensieri ciechi e sguardi bassi
racconti in cui non mi ritrovo.
Un giorno rideremo dei nostri affanni
scie d'Amore dietro i nostri compleanni!

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Greca Cadeddu il 28/01/2015 10:08
    Un giorno rideremo dei nostri affanni... il tempo che lenisce ferite e rancori... e l'amore che sempre preserva i ricordi più belli... complimenti!
  • Rocco Michele LETTINI il 26/01/2015 20:18
    INTENSO DAL TUO ANIMO... È LA MALVAGIA QUOTIDIANITA' A DETTARTELO... FELICE SETTIMANA FABIO
  • Alessandro il 26/01/2015 18:16
    Se anche le lacrime diventano aride, si è raggiunto il fondo. Quindi è inevitabile la risalita. Dalla più nera disperazione iniziale si giunge alla speranza della chiusa. Miracoli di una relazione. Piaciuta

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0