PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sogni di una commessa

Non era questa la vetrina
che volevi dare ai tuoi sogni,
con le sue luci afone
e quei tuoi saluti
che non hanno risposta
dai clienti frettolosi
della sera.
Commesse col sorriso
stampigliato sulle labbra
in quei weekend logoranti
quando i saldi di stagione
sono campi di battaglia.
Commesse con la schiena
che brucia la sera,
dopo aver rimesso a posto,
per la centesima volta,
una pila di magliette
sgualcite, finite a terra
sopra il pavimento.
Commesse come fatine,
per dare consigli a donne
sempre a caccia di primizie
e taglie strette
per l'imminente estate.
Commesse con il mare
dentro agli occhi
e quello sguardo
stanco e trasognato
che rincorre il destino
per una sorte migliore,
che non sia più precaria...

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 27/01/2015 20:01
    commesse che per pochi euro devono avere il sorriso stampato e la gentilezza da mattina a sera, poesia vera, saluti

1 commenti:

  • Chira il 28/01/2015 09:17
    Regali onore e giusta considerazione ad un lavoro spesso sottovalutato. Tutti i lavori hanno la propria dignità e se la comunità lo ricordasse spesso saremmo tutti più sereni. Bella!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0