PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parlando di Reggio Emilia

Dardo di patriottico fulgore
Reggio Emilia fosti e ancor oggi sei,
prima dama ch'onor ebbe
di svelare e custodire il Tricolore,
settecento,
epoca brulicante e lontana,
di fiera matrona cispadana.
Marco Emilio Lepido crear ti volle,
scintillante come sole
che vieppiù matur divenne e si scorse,
brillano i tuoi fasti sopraffini,
tra duomo e municipio,
inscalfibili sentinelle di piazza Prampolini,
e lo sfavillar m'è caro anco in piazza Casotti,
prisco luogo del mercato delle pulci.
Reggio,
camelia d'orgoglio partigiano,
di cui il ricordo intonso conservi,
nel nome dei tuoi fratelli Cervi;
or lo sguardo si fa trasportare,
tra gli anfratti soavi del palazzo Ducale,
poi rivelansi, morbidi e inattesi
i maestosi portici di piazza Fontanesi.
E in spirito s'elevano i pensieri,
poi che le porte varchiamo solenni,
di san Prospero e san Filippo Neri.
Fruscio di musica che cattura
e dal cuor dilegua la paura
non sol antica ma anche leggera,
promana dalla chitarra di virtuosa mano,
del rocker poeta che nome ha Luciano,
che i fasti di natura decantò
di Correggio e Rubiera.
Ma imperioso e intonso s'erge il gusto,
del vivere sociale e impegnato,
che ad ascoltar s'apprezza e poi s'impara,
da Augusto,
compianto poeta di note
che scalpitante germogliò da Novellara.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 29/01/2015 07:57
    Fruscio di musica che cattura
    e dal cuor dilegua la paura
  • Rocco Michele LETTINI il 29/01/2015 07:27
    UN'ALTRA SOSTA... RIVISITANDO I SUOI INCANTEVOLI ADDENTRI... ED ONORANDO I SUOI PERSONAGGI CIVILI E RELIGIOSI... GRANDIOSO COME SEMPRE... FELICE GIORNATA.

1 commenti:

  • karen tognini il 29/01/2015 09:47
    Ho letto le tue poesie dedicate alle città dell'Emilia, a parte Bologna e Parma non ne ho visitate nessun'altra... ma leggendo le tue poesie mi è venuta voglia di girare l'Emilia...

    Bravissimo Cristiano... complimenti!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0