PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lo Sfratto degli Orecchini

Premessa padronale
Questa " poesia " nasce da un sibilo di vento e da uno sbattere là di porte confuse dal mare

Metafora

Ieri
con meta dentro

- inizio spesso parlando di ieri
oggi non so mai quello che succede
anche se è sempre lui
il lì eri
come un bagaglio o una edera rampicante che ci portiamo appresso il responsabile nel determinare il nostro tempo di oggi -

sono andato al mercato del pesce e quando ho visto la pescivendola mi sono irrigidito come un baccalà

Un Po' e sia

Quando insegui qualcosa che non esiste
devi creartelo
ma come fa a non esistere
se in sentimento già esiste in te

la parabola dell'io del buon samaritano dei dieci talenti o del fiocco eugenetico di vita non è una stella cadente

"Sprogrammati"
lasciando però l'antenna sul tetto di casa
( il programma è così complesso e difficile da eseguire che sembra non esista neanche la parola sprogrammare come se fosse non voluta da qualche sistema operativo vigente )

da ogni canale del decadere precedentemente codificato sul tuo televisore a specchio

precedi la mente
stacca la spina inflitta nella presa a croce

- stai attento come nella vita ogni parola ha un doppio senso da imboccare e tutto quel che pare o si dice non sempre è -

cedila al primo passante del tuo pantalone chiedendogli

"La prego
può buttarmela via Lei
come una edenica mela marcia
nel primo cassonetto che incontra

12

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

fuggo
l'iddia che non s'incarna... E. M.


0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 30/01/2015 08:48
    premessa : riesco a capire che è una tua solo leggendo il titolo. Hai un modo di scrivere talmente fuori dalle righe che onestamente invidio,è verissimo ogni parola può avere un doppio senso e sta a noi capirlo...

3 commenti:

  • Alessandro il 30/01/2015 20:54
    Uno stralcio d'esistenza, l'ispirazione, come si evince dalla premessa, è puramente intuitiva/sensoriale. Apprezzata
  • Ada Piras il 30/01/2015 10:43
    L'ho letta attentamente e non riuscirei mai a scrivere cosi e forse neanche l'ho capirta bene ma ci leggo un film elaborato fra cuore corpo e mente. Scriverò un poesia.. Sequenze più o meno.. che stamattina avevo in mente, forse abbiamo la telepatia
    Un caro saluto Vincenzo.
  • anna marinelli il 30/01/2015 08:52
    Mille anni luce più in alto di tutti noi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0