accedi   |   crea nuovo account

Quanta luce stasera!

Scostò la tenda
aprì la porta finestra
prese la sedia
la portò fuori
e si sedette
tirando un sontuoso
respiro.


Un sorriso di luce
pareva la luna
e le piccole
innumerevoli stelle
sembrava
brillassero per lui,
solo per lui.

La serata era fresca
ma piacevole
ed il silenzio
rotto soltanto
dal motore
di qualche auto
di passaggio.

Rimase ancora
un poco, non aveva
fretta,
era proprio
una bella serata.

chiuse gli occhi
per un po'
poi li riaprì
si voltò verso casa

e chiamò Arturo
uno splendido labrador
che velocissimo
arrivò in veranda
tenendo tra la bocca
il suo vecchio bastone
bianco.

Lo accarezzò
e con un tono divertito
gli disse: " no il mio caro Arturo
non dobbiamo uscire"

 

3
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 30/01/2015 12:31
    le stelle.. e i sorrisi del cielo si avvertono anche a occhi chiusi.. o non vedenti.. si respirano... Tanta sensibilità .. Andrea come in tutte le Tue poesie..

3 commenti:

  • Alessandro il 30/01/2015 20:53
    Quasi il paragrafo di un romanzo, atmosfera dolceamara e fuori dal tempo.
  • Chira il 30/01/2015 09:40
    ... anche chi è cieco vede brillare le stelle se le porta nel cuore...
    Chiara
  • Ada Piras il 30/01/2015 09:33
    Meglio restare, una cosi bella poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0