PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il porco e il bue

Dentro al porcile tutto spaparanzato
con tanto caldo d'estate eran le due
decise il porco dopo aver pranzato
che avrebbe preso per il culo il bue

ascolta disse caro amico bue
guarda il padrone per te nessun rispetto
ha messo il giogo sulle spalle tue
arar la terra devi e tirar il carretto

magro insecchito sei da far paura
sei tutto pelle e corna posso dire
no caro bue, per te nessuna cura
così è la vita, valla un po' a capire

lo guardò il bue, quasi, con noncuranza
ridi buffone, ridi. non ho nessuna fretta
guarda borioso la tua enorme panza
tra qualche mese vedrai cosa ti spetta

di tipi come te ne ho visti a iosa
vent'anni sono qui a tirar carretto
tu una stagione sol poi carne appesa
affumicata sopra un caminetto

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 04/02/2015 08:40
    ottimo, grazioso, ritratto!
  • Alessandro il 30/01/2015 20:49
    Costruita con cura e densa d'ironia, una piccola favola esistenziale.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0