PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Per fortuna vivi su questa terra, nel mio stesso tempo

Stamattina al risveglio, come ogni mattina,
mi sono innamorato di te.
Di te che sei come la costa siciliana
vista dalle onde placide di una traversata,
ricamata da migliaia di luci della sera.
L'albero frondoso che adagi su me
uno fazzoletto d'ombra,
per proteggermi dai raggi implacabili del sole a mezzodì.
Di te che sei la colonna sonora della nostra storia,
musica necessaria che mi veste e mi sveste.
Il centometrista che rincorre
I battiti del mio cuore stupito,
il fondista che percorre tenacemente
le pause esauste tra un battito e l'altro.
Che sei il vestito buono della domenica
tra le panche gremite della chiesa,
il tenero sonno del neonato
tra le braccia sfinite di una mamma
alle prime luci del giorno.
Ancora una volta, stamattina mi sono innamorato di te.
Che sei il quadro rassicurante degli impressionisti,
il pugno allo stomaco di un Picasso.
Il rosso al tramonto che promette notti di passioni,
il singhiozzare delle nostre carezze
rapide e impalpabili.
La languida luce dell'alba che cela un addio.
Di te che sei il silenzioso frastuono di una piuma
che cade sui miei pensieri ubriachi,
il fragoroso rumore di un sorriso
che trapassa la mia anima imprigionata.
Il fucile che ti spara alle spalle,
la mano tesa al mio zoppicare.
Che sei il mormorio delle nostre parole che scorrono lente,
il tuono represso delle nostra urla mai nate.
Sappi che sei tutto quello di cui ho bisogno,
tutto quello di cui avrò bisogno:
il tutto e il niente,
il pieno ed il vuoto.
Sempre e mai,
ieri e oggi.
Certamente domani.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • eleonora il 13/02/2015 18:39
    Bellissima leggendo ho sentito una stretta allo stomaco.. Parole che si sognano..
  • Alessandro il 30/01/2015 20:45
    Molto elaborata, atmosfera quasi montaliana.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0