PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'ultimo verso. .

Gusci vuoti le conchiglie
son distese sull'arenile
or la sabbia le possiede
la salsedine le consuma
rametti spezzati dal vento
son stati trascinati dalla corrente
come stanchi superstiti
ora sono il tuo giaciglio.
Acciambellata ad udire il moto ondoso
attendi i segnali dei pescherecci
mentre la dolce carezza del vento
accende il tuo ricordo materno.
Un giorno tutto tornerà al mare:
le conchiglie, i rami e tu
e il tuo cuore sarà mano
a stendere l'ultimo verso.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Alessandro il 04/02/2015 13:09
    Una pace desolata, tutto ritorna al mare, metafora del ciclo della vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0